Passa ai contenuti principali

Il mio blog fra tre anni

Sottotitolo: L'insalata mista sarà sempre il mio piatto preferito?

 Per l'ultimo compito del corso  BLOGLAB, le nostre teachers ci hanno chiesto di immaginare il nostro blog tra tre anni.
A chi non capita di pensare al futuro? Come capire quale sarà  la strada iniziata con un progetto? Per me il blog è stato un inizio. Rendere pubblico quello che penso o mi piace, è difficile. Ci si preoccupa di quello che pensano gli altri, si ha paura di rendersi ridicoli soprattutto quando l'età non è più così verde...
Con il tempo è diventato qualcosa di più, non solo un taccuino personale ma una condivisione con altre persone,  sono diventati incontri, amicizie, scambi di idee.
In questi ultimi mesi il blog è una vetrina trasparente di ciò che mi piace fare, di ciò che faccio, di quello di cui mi piace parlare. Sono confusionaria? Probabilmente sì, ma ho sempre avuto più passioni contemporaneamente e spesso diverse fra loro: L'arredo della casa, handmade, riciclo,  la decorazione. Sì potrei chiamare il blog INSALATA MISTA anche se poi un filo tra loro,  può apparire poco logico, c'è sempre.
Se devo pensare a cosa sarà fra tre anni allora lasciate che vada di immaginazione. 
Aspetto? Il blog completamente rinnovato, nelle immagini, nella presentazione grafica (migliorato per intenderci).
Cosa diventerà il mio  blog ? La vetrina del locale che non ho, ma che vorrei, dove le passioni diventano realtà, dove rendere pubbliche le esperienze di artigiani , creative, piccoli ospiti  che verrebbero a presentare i loro progetti, a raccontare le loro passioni, condividere i  laboratori per adulti e bambini che si organizzano nello spazio. 
Gli argomenti? Saranno sempre diversi, adoro " l'insalata" di idee, di creatività, ti permette di conoscere persone diverse, interessanti o no, ma che hanno passioni e quindi  vive.
Le mie passioni di oggi? 
http://www.pinterest.com/pin/507147608008310847/

Quali altre passioni si aggiungeranno di qui a tre anni?
Cambierò il nome del blog? Probabilmente  sì (non so nemmeno da quando ho iniziato a usare homely , ma è una parola a cui sono legata  e che risale a prima del blog.). 
Racconterà di passioni e amori per le cose? Sicuramente sì. 
Sarà un blog di lavoro? 
Sì, ma raccontando le persone che sono gli artefici. 
Cosa mi aspetto? Di essere piacevolmente seguita, condivisa  e commentata. 

Commenti

  1. anche io rimarrò sempre una fan delle insalate miste! in bocca al lupo da una torinese!

    RispondiElimina
  2. insalata di creatività tutta la vita :)

    RispondiElimina
  3. Finalmente riesco a passare e leggere il tuo outing! Innanzitutto io sono curiosissima delle idee che ti frullando in testa {perché sono sicura che tu hai già chiaro come vuoi far diventare il blog!} e poi, se decidessi di cambiare il nome, sappi che non ti mollo così facilmente! io ti seguirò qualsiasi nome tu scelga, mi piace troppo quello che fai e quello che stai mettendo in piedi!
    Ti mando un abbraccio e aspetto che ci siamo dal vivo per i racconti! ;-)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

DIY DI UN DIARIO DI VIAGGIO

Le vacanze si avvicinano anche per me, ma la meta è ancora ignota. Io voto per la Francia (Bretagna e Normandia) mio marito per girare Abruzzo e Marche. L'unica cosa in cui siamo d'accordo è vacanza in moto. In previsione di questa viaggio e di un'altro che ho in mente per settembre-ottobre, ho preparato il diario di viaggi, sì al plurale ognuno  di solito spera  di  farne molti o di fare il viaggio della vita lunghissimo e raccontarli  tutti con lo scrapbook, non cancella i ricordi ed è sempre bello sfogliare il quaderno per ricordare. Il diario di viaggi è un altro lavoro in cui si possono cimentare mamme e bambini in queste vacanze. Occorrente:  1/2 cartoncini rigidi spessi almeno 0,5 mm che serviranno per la copertina,  1 quaderno (solo interno senza copertina) che si può acquistare nei Brico, colorifici oppure si può usare  un vecchio quaderno con una copertina che non ci è mai piaciuta. In questo caso si stacca la copertina piano e si tengono uniti i fogli mettendo …

eco recupero

Mi piace l'idea di recuperare materiali, rendendo originale magari un angolo della casa.
A volte con un po' di fantasia e con materiali economici si possono creare mobili o modificarne l'aspetto di altri.
Le cassette della frutta possono diventare librerie da appendere magari dipingendole con colori diversi o anche solo di bianco. Possono essere carine appese in casa o possono diventare l'arredo di un negozio,









Il tavolo fatto con assi tipo quelle utilizzate nei cantieri edili, con i cavalletti in metallo o in legno (tipo quelli che si possono trovare da Ikea ). Sicuramente è l'arredamento ideale per una casa al mare o in campagna o anche montagna: leggero, economico, allegro.




















cassettiera fatta con pallets








Una libreria originale e economica










 Un mobile dipinto con la vernice lavagna che adoro




Homely: Venerdì ispirazioni riciclo

Sono sempre più affascinata dal riciclo di materiali e oggetti e non sono l'unica, diverse blogger che seguo hanno iniziato rubriche dedicate a questo o ne parlano spesso. La fonte inesauribile  è PINTEREST ma ci sono anche molti blog  che ispirano idee di riciclo materiali per inventare nuovi oggetti. Mi piacciono moltissimo i locali in cui con fantasia si cercano soluzioni di arredo economiche che rendono però l'insieme accogliente e originale.

Angoli di casa: un divisorio fatto di vecchie assi
 Un appendiabiti economico e allegro.
Un angolo di giardino coloratissimo (che meraviglia i pallets!) Una cucina sicuramente più economica  Un tavolino originale. Sul sito http://chippingwithcharm.blogspot.it/ si possono trovare idee 
Anche in casa mia alcuni ricicli e recuperi li ho fatti, come il letto per gli ospiti fatto con i pallets con aggiunta delle ruote, 
Una vecchia cassetta proveniente dall'Argentina con mio nonno

 La cassettiera della vecchia merceria di mia mamma che ora con…