Passa ai contenuti principali

Pedalare!!


Stamattina ho letto un articolo bellissimo su http://www.architetturaecosostenibile.it/curiosita/varie/autostrade-biciclette-danimarca-481.html.
E' risaputo che nei paesi nordici sono almeno tre passi avanti a noi ma questa notizia è veramente innovativa:"  Un anno di sperimentazione è bastato per confermare e celebrare il grande successo delle autostrade per biciclette in Danimarca: la prima delle “Bike Highways”, nata nell’aprile dello scorso anno per collegare Copenhagen alla periferia, lasciò immaginare la buona riuscita del progetto anche in base alla presenza di numerosi pendolari che si spostavano per il lavoro o per la scuola percorrendo massimo 5 chilometri, e che hanno trovato nel servizio loro offerto una possibilità alternativa di spostamento, ecologica ed economica."

"Lars Gaardhøj, presidente del Comitato ambiente e crescita verde di Copenaghen, sottolinea come, a differenza delle piste ciclabili, in Danimarca l’autostrada per biciclette consente di ridurre possibili situazioni di rallentamento: la frequenza degli incroci, le curve che allungano il tragitto, la contemporanea presenza di altre vetture o l’eventuale accumulo di neve sul tracciato (è attribuita massima priorità alla pulizia, come accade per le autostrade destinate ad autoveicoli). Con il progressivo miglioramento dell’infrastruttura secondo le esigenze emergenti, verranno presto introdotti servizi aggiuntivi, come la presenza di pompe ad aria ogni chilometro e mezzo e l’aumento dell’illuminazione pubblica.Gli urbanisti danesi hanno pensato a questo progetto con la volontà di incrementare l’uso della bici in un Paese in cui già la metà 
dei residenti usa la bici per spostarsi

Il responsabile del settore viabilità di Copenhagen è consapevole dei buoni risultati raggiunti, ma dichiara apertamente la propria volontà di incrementare i servizi per accrescere la diffusione di questa buona pratica.Per realizzare il progetto della superstrada, Copenhagen e le 21 circoscrizioni locali si sono accordate per garantire il collegamento e l’armonizzazione delle autostrade, fino ad un raggio di 20 chilometri dalla capitale, fino alla città di Albertslund, secondo un percorso pensato per essere il più diretto possibile; il progetto gode del sostegno trasversale di tutti i parlamentari (che si spostano regolarmente in bici)."  


 In Danimarca fa freddo molto più che in Italia. Il clima danese ha una temperatura vicina allo 0° per tutto l'inverno e il sole che fa capolino solo in primavera ed estate e piove tanto. 

Nel nostro paese anche se più mite, potete immaginare da noi un progetto simile, dove esistono pochissimi km urbani di piste ciclabili e dove i parlamentari si spostano solo con auto blu per andare a comprare le sigarette?
Secondo Legambiente, Modena è la città più ciclabile d'Italia mentre Reggio Emilia ha l'indice di ciclabilità più alto, ma non disperiamo. Sembra che sia in atto il progetto VenTo, una pista ciclabile che collegherà Venezia a Torino passando lungo gli argini del Po e toccando Pavia Milano, Piacenza Mantova. Saranno circa 680km di pista ciclabile! VenTo è un progetto del Politecnico di Milano e se riuscirà ad andare in porto sarà un'occasione fantastica per tutti gli amanti della bicicletta e per chi non lo è un'occasione per scoprirla in mezzo alla natura.il sito è:  progetto.vento.polimi.it .

vento_2








Quindi cogliamo l'occasione per iniziare l'allenamento, per mantenerci in salute, sperando che le amministrazioni diventino più sensibili a questi argomenti. 
Quindi in sella, muniti di scorte d'acqua e qualche snack per l'allenamento, mentre, per andare al lavoro basta avere delle borse laterali come borsa lavoro, e appena si arriva si staccano facilmente della bici e diventano la tracolla , naturalmente ecologica fatta con  materiale riciclato.


Buona pedalata a tutti!!

Commenti

Post popolari in questo blog

DIY DI UN DIARIO DI VIAGGIO

Le vacanze si avvicinano anche per me, ma la meta è ancora ignota. Io voto per la Francia (Bretagna e Normandia) mio marito per girare Abruzzo e Marche. L'unica cosa in cui siamo d'accordo è vacanza in moto. In previsione di questa viaggio e di un'altro che ho in mente per settembre-ottobre, ho preparato il diario di viaggi, sì al plurale ognuno  di solito spera  di  farne molti o di fare il viaggio della vita lunghissimo e raccontarli  tutti con lo scrapbook, non cancella i ricordi ed è sempre bello sfogliare il quaderno per ricordare. Il diario di viaggi è un altro lavoro in cui si possono cimentare mamme e bambini in queste vacanze. Occorrente:  1/2 cartoncini rigidi spessi almeno 0,5 mm che serviranno per la copertina,  1 quaderno (solo interno senza copertina) che si può acquistare nei Brico, colorifici oppure si può usare  un vecchio quaderno con una copertina che non ci è mai piaciuta. In questo caso si stacca la copertina piano e si tengono uniti i fogli mettendo …

eco recupero

Mi piace l'idea di recuperare materiali, rendendo originale magari un angolo della casa.
A volte con un po' di fantasia e con materiali economici si possono creare mobili o modificarne l'aspetto di altri.
Le cassette della frutta possono diventare librerie da appendere magari dipingendole con colori diversi o anche solo di bianco. Possono essere carine appese in casa o possono diventare l'arredo di un negozio,









Il tavolo fatto con assi tipo quelle utilizzate nei cantieri edili, con i cavalletti in metallo o in legno (tipo quelli che si possono trovare da Ikea ). Sicuramente è l'arredamento ideale per una casa al mare o in campagna o anche montagna: leggero, economico, allegro.




















cassettiera fatta con pallets








Una libreria originale e economica










 Un mobile dipinto con la vernice lavagna che adoro




Ispirazioni di colore: verde mela

Come succede a ogni volta al cambio di stagione  mi prende sempre una voglia di un tocco di colore  nuovo in casa. Per questa primavera è il verde mela 
lampada di Adriana Lohomann tazza, bicchiere e cuscino di http://www.ikea.com/ spago di http://www.etsy.com/it/market/spago_di_canapa/7 E su questa scia di colore ho scelto le tende della camera. Curiose?